Lavoratori più produttivi col visual management

Il visual management negli impianti industriali prevede l’etichettatura dei componenti e delle tubazioni e la descrizione schematica dei processi in prossimità delle aree produttive interessate.

Non si tratta semplicemente di appiccicare qualche etichetta, ma di ripensare all’impianto in un’ottica nuova: non più un groviglio di tubi e macchine nelle quali ogni operaio è chiamato a svolgere il suo compito circoscritto, ma un universo decifrabile a chiunque, nel quale quello che il singolo fa si inserisce in una prospettiva più ampia, offrendo la possibilità di identificarsi e di trovare nel lavoro un senso e una motivazione.
In questa ottica il visual management può essere visto come un efficace strumento per migliorare il benessere organizzativo e quindi la produttività, contrastando problemi come lo stress e la demotivazione dei dipendenti.

Il burnout degli operai

Come altre categorie di lavoratori, anche gli operai sono soggetti al fenomeno del burnout (“bruciato”, in italiano), una pesante situazione di stress che rende il lavoratore stanco, demotivato e poco produttivo.
Il fenomeno è molto diffuso nel caso delle professioni d’aiuto, come gli infermieri, ma si verifica anche tra gli operai. Il soggetto colpito da burnout è senza energie, perde la voglia di fare, non si riconosce nel suo ruolo lavorativo, spesso è afflitto da ansia e da depressione, e a causa di questo stato di abbattimento psicofisico cade facilmente vittima di malesseri e vere e proprie patologie che lo portano ad assentarsi spesso dal lavoro, diminuendo drasticamente il suo rendimento.
Anche la gestione delle emozioni diventa difficile e può accadere che i rapporti con colleghi e superiori si facciano più tesi per l’insofferenza del soggetto ai richiami e ai feedback sul suo lavoro.

Uno dei motivi per cui il lavoro dell’operaio è psicologicamente molto stressante sta nel fatto che, contrariamente all’artigiano, l’operaio si occupa soltanto di una fase della lavorazione e si trova a svolgere un lavoro molto ripetitivo, senza avere quella visione d’insieme in grado di dare significato al suo sforzo individuale.

Il visual management come leva per la motivazione

Per evitare il problema di stress e burnout negli impianti è sicuramente fondamentale che l’azienda si preoccupi del benessere organizzativo, migliorando il clima interno e cercando di agevolare il dipendente nella gestione della vita familiare.

Negli impianti industriali può essere di grande aiuto orientare gli operai con un intervento di visual management che identifichi a prima vista i componenti e le tubazioni con nastri colorati, etichette stampate oppure incise su metallo.
C’è sicuramente un vantaggio estetico, perché l’ambiente sarà più ordinato e gradevole alla vista non solo per i dipendenti, ma anche per gli eventuali visitatori; c’è un vantaggio pratico, perché l’etichettatura dei componenti semplifica le operazioni di manutenzione, che diventano più rapide ed economiche. L’immediata individuazione delle varie parti dell’impianto agevola la formazione e la gestione quotidiana dell’impianto, anche da parte degli operai che non padroneggiano perfettamente la lingua, e rende l’impianto più sicuro. Infine, ha un impatto psicologico positivo sui lavoratori, contribuendo alla loro motivazione.

(fonti: www.stateofmind.it)

visual management industriale

 

 

Informazioni sull’autore